FOCUS06 header logo1

Con i bambini header logo

Con i bambini header responsive

FOCUS06 header responsive logo1

Prima che fossero definiti “Poli per l’Infanzia”, i luoghi che oggi aggregano genitori, neo mamme e bimbi della fascia 0-3 anni sono stati contesti in cui si sono sperimentate progettualità e attività rivolte alle famiglie a partire dall’esperienze realizzate dal Centro Bambini e Famiglie di Carpi, e dai bisogni rilevati e segnalati dai Consultori locali.

Ciò che accomuna i quattro Poli per l’Infanzia dei Comuni dell’Unione Terre d’Argine (Campogalliano, Carpi, Novi di Modena e Soliera) è la volontà di renderli multiservizio e integrati.

In alcune realtà locali, come a Novi di Modena e a Soliera, hanno trovato degna collocazione nelle adiacenze dei nidi d’infanzia, in quanto luoghi già identificati con l’accoglienza e l’educazione di bambini più piccoli, mentre a Campogalliano è un programma di proposte e azioni diffuse sul territorio. A Carpi si era già partiti da tempo con il Centro Bambini e Famiglie Scubidù, adiacente il Centro per le Famiglie e la loro efficace collaborazione è stata l’esperienza che ha ispirato l’avvio delle proposte negli altri territori dell’Unione e che, attraverso il Progetto Focus 0/6, si è consolidata definitivamente con successo.

Al di là della loro dislocazione, tutti i Poli per l’infanzia offrono proposte educative per i bambini, iniziative di formazione e promozione alla genitorialità, servizi di consulenza educativa con i servizi socio-sanitari, guidati dalla professionalità dal Gruppo di Coordinamento Pedagogico dell’Unione Terre d’Argine.

Dall’avvio del progetto “Focus 0/6 una comunità per il benessere dell’Infanzia” ad oggi sono stati raggiunti importanti obiettivi, il principale senza dubbio la doppia inaugurazione del Polo per l’Infanzia di Soliera (22 settembre 2018) e del Polo per l’Infanzia di Novi di Modena (21 settembre 2019).

A questi si aggiunge l’obiettivo relativo all’impiego di personale educativo aggiuntivo dedicato alle attività dei Poli che dall’avvio del progetto ha visto nella cooperativa sociale Eortè il partner con cui collaborare: sono state 270 le ore realizzate dall’educatrice nei Poli di Soliera e Novi di Modena al 30 giugno 2019, necessarie per garantire una stabile apertura e un competente supporto in una fase della vita tanto bella ma altrettanto delicata per la mamma e il suo bambino e per genitori alle prime armi.

A Novi di Modena le opportunità educative offerte presso il Centro Bambini e Famiglie Aquilone (Novi) e Arcobaleno (Rovereto) proposte a partire da marzo ’19 hanno visto la collaborazione del Centro per la Salute di Novi, il servizio di Pediatria di Comunità dell’Ausl di Modena e la biblioteca comunale Lugli. In particolare la proposta di letture in lingua araba e urdu di due classici della letteratura per bambini hanno visto la partecipazione di 18 famiglie prevalentemente italiane, mentre i 3 pomeriggi informativi hanno coinvolto 36 genitori.

Il Polo per l’Infanzia di Soliera, nei mesi di aprile e giugno 2018, ha dato stabilità ad una precedente sperimentazione collaborando con la cooperativa sociale Eortè, che ha gestito 12 aperture settimanali (mercoledì pomeriggio e sabato mattina) sulle complessive 23, dando la possibilità a circa 9 bambini con un adulto di riferimento (mamma, papà, nonni, baby sitter) di frequentare con continuità lo Spazio Mamme e/o il Centro Bambini e Famiglie.

A partire dal 22 di settembre 2018, il Polo ha avviato ufficialmente la gestione dei propri servizi educativi integrativi sul territorio solierese, dando stabilità alla doppia apertura settimanale e arricchendosi di proposte informative e formative. Da settembre ’18 ad aprile ’19, Eorté ha gestito 29 aperture con una presenza media di 4 bambini con le loro neo-mamme allo Spazio Mamme (una mattina la settimana) e circa 8 bambini al Centro Bambini e Famiglie alternando la conduzione con le educatrici dell’Unione Terre d’Argine. Nel medesimo periodo la Fondazione Campori ha collaborato all’offerta info-formativa rivolta agli adulti presso i locali del Polo per l’infanzia organizzando 5 incontri informativi condotti da due psicologhe e da un pediatra, proponendo 11 incontri condotti con modalità laboratoriale sul tema del gioco e della lettura, rilevando una presenza media di 10 adulti a ciascun incontro. Inoltre ha proposto attività educative rivolte ai bambini della fascia 2-6 anni anche presso la ludoteca, la biblioteca ragazzi e presso alcune frazioni del territorio solierese. Tra questi di successo è stato il laboratorio musicale rivolto a bambini e genitori, con una presenza media di 11 bambini durante gli 8 incontri pomeridiani, il laboratorio di psicomotricità in inglese con la presenza di circa 14 bambini durante ciascuno degli 8 incontri e il laboratorio di robotica, per bambini di età compresa tra i 5 e i 6 anni, che negli 8 incontri ha visto una partecipazione continuativa di circa 10 bambini. La biblioteca comunale Campori ha organizzato due laboratori teatrali coinvolgendo complessivamente 8 bambini e due incontri di lettura e musica che hanno coinvolto circa 14 bambini ad incontro.

Il Polo per l’infanzia di Carpi ha il suo nucleo storico e propulsore nel Centro Bambini e Famiglie Scubidù che ogni anno propone un ricco programma di offerte educative per bambini e info-formative per genitori che vanno dal massaggio infantile alla psicomotricità, dagli incontri con pediatri agli incontri sul primo soccorso, dalla consulenza educativa ai genitori agli incontri informativi con psicologi e pedagogisti. La rilevazione delle presenze giornaliere mette in evidenza una media di 15 bambini durante la settimana e di 7 bambini al sabato. Ma in generale nei tre Poli d’infanzia di Carpi, Novi e Soliera contano una presenza settimanale di oltre bambini.

Il Polo per l’Infanzia di Carpi inoltre, ha colto l’opportunità di uscire dalle mura tradizionali del Centro Bambini e Famiglie Scubidù per aprirsi al territorio cittadino ed in particolare collaborando con alcuni Istituti Comprensivi cittadini. A partire dall’a.s. 19/20 presso l’Istituto Comprensivo Carpi 3 è attivo uno Sportello di consulenza ai genitori per i bambini 3-6 anni gestito da una psicologa, mentre presso l’Istituto Comprensivo Carpi 2 la medesima psicologa, durante l’a.s. 18/19, ha svolto attività di osservazione, supporto e consulenza alle insegnanti delle due scuole d’infanzia.

A Campogalliano si è inaugurata a partire dall’anno scolastico 2018/2019 una programmazione congiunta e coordinata delle iniziative rivolte ai bambini e alle loro famiglie che ha riscontrato nelle attività laboratoriali un grande successo.

La scuola d’infanzia "Angeli Custodi" ha proposto 4 laboratori di cucina rivolti congiuntamente ai bambini e ai genitori a cui hanno partecipato complessivamente 37 famiglie di Campogalliano in 3 sabati mattina compresi tra ottobre ’18 e febbraio ’19, inoltre a partire dall’a.s. 18/19 hanno proposto un’attività di flessibilità educativa accogliendo presso i locali della scuola dalle 16 alle 18 bambini della fascia d’età 3-6 anche saltuariamente per merenda, attività educative e di gioco. Questa proposta denominata “Vieni a giocare con me?” che ha carattere di continuità (dal lunedì al venerdì per l’intero anno scolastico) ed ha visto l’attivazione di 1 risorsa educativa aggiuntiva e ha visto la partecipazione media mensile di 12 bambini con frequenze differenziate in funzione delle esigenze familiari. Presso la scuola d’infanzia Cattani, 38 bambini insieme ad un genitore hanno svolto attività di psicomotricità nell’ambito del progetto “1, 2 e 3. Mamma e papà saltate con me!” volte a sostenere la genitorialità. In 12 bimbi più piccoli, presso il nido d’infanzia Flauto Magico, hanno fatto esperienza di laboratori creativi mentre nel mese di marzo ’19, mentre presso la scuola d’infanzia Sergio Neri, 9 famiglie hanno frequentato un laboratorio creativo sul colore.

Grande successo ha riscosso la partecipazione alle proposte di lettura di Nati per Leggere a cura della biblioteca comunale "Edmondo Berselli", coinvolgendo 50 famiglie in due distinti appuntamenti, mentre in 10 famiglie hanno usufruito del laboratorio di filosofia per bambini. Le due serate informative rivolte ai genitori hanno attratto 31 genitori in due distinti incontri dedicati alle malattie stagionali e all’alimentazione.

Lo Spazio Mamme, avviato in forma sperimentale in uno spazio dedicato all’interno del Nido d’infanzia “Flauto Magico” ha coinvolto 23 mamme dal mese di ottobre 2018 al mese di marzo 2019.

In tutti i Poli d’infanzia, a partire da gennaio 2019 e fino a giugno 2019, è stato attivo un servizio counselling educativo, gestito dalla medesima professionista, rivolto ai genitori con bambini di età compresa tra 0 e 6 anni, che ha permesso a 30 adulti (di cui 4 adulti in coppia) di usufruire di colloqui personalizzati volti ad affrontare le preoccupazioni e le incertezze quotidiane nella relazione genitori - figli. 

Capofila del progetto

ACEG - Istituto Sacro Cuore
C.so M. Fanti, 89
41012 Carpi (Modena)
Tel: 059.688124
Mail: sacrocuorecarpi@tiscali.it
CF 81000250365

Seguici su

fb bianco3

Iscriviti alla

img modulo1

Archivio Newsletter

Privacy Policy Cookie Policy